Classificazione ADR dei RIFIUTI pericolosi Sesto San Giovanni (MI)

Codice corso: C17 Stampa pagina | Invia messaggio

Il corso si propone di fornire agli operatori del settore rifiuti dei validi strumenti di valutazione per stabilire se e quando un rifiuto è soggetto all'Accordo ADR e quale sia la classe di pericolo da assegnare.
VALIDO per l'ottenimento di 8 ORE DI CREDITI FORMATIVI per l'aggiornamento di RSPP e ASPP.

Condividi su:

Dove si tiene il corso

Presso:
Abacus Hotel
Indirizzo:
Via Monte Grappa, 39
Comune:
Sesto San Giovanni (MI)
Prezzo:
€ 380.00 + iva
Max partecipanti:
20


Sconto del 15% per chi si iscrive entro 2 settimane prima della data di svolgimento

Dettagli

Classificare i rifiuti pericolosi ai fini del trasporto stradale.

Informazione non inserita


Definizione di RIFIUTO PERICOLOSO: secondo quale normativa?

Normativa Gestione Rifiuti: D. Lgs. 3 aprile 2006 n. 152

Normativa Trasporto Rifiuti Pericolosi: Accordo ADR Ed. 2011

 I criteri di classificazione secondo il D. Lgs. 3 aprile 2006 n. 152

L’elenco dei rifiuti: Codici CER

Le caratteristiche di pericolo: Frasi H.

Limiti di pericolosità

 I criteri di classificazione secondo l’ADR

Disposizioni per la Classe 3: Liquidi INFIAMMABILI

Disposizioni per la Classe 4.1: Solidi INFIAMMABILI

Disposizioni per la Classe 4.2: Materie soggette ad ACCENSIONE SPONTANEA

Disposizioni per la Classe 4.3: Materie che a contatto con l’acqua SVILUPPANO GAS INFIAMMABILI

Disposizioni per la Classe 5.1: Materie COMBURENTI

Disposizioni per la Classe 5.2: PEROSSIDI Organici

Disposizioni per la Classe 6.1: Materie TOSSICHE

Disposizioni per la Classe 8: Materie CORROSIVE

Disposizioni per la Classe 9: Materie PERICOLOSE PER L’AMBIENTE (le novità dell’ADR 2011)

Coffee break

Classificazione di rifiuti ai fini del trasporto(sostanze, miscele e soluzioni)

Criteri per l’assegnazione del pericolo primario (Classe)

Valutazione di eventuali rischi secondari

Valutazione sulla pericolosità per l’ambiente

Assegnazione del Numero ONU e del Gruppo di Imballaggio

Colazione di Lavoro

Confronti tra le due normative relative alla classificazione dei RIFIUTI

Pericolosità di un rifiuto per il conferimento (D.Lgs. 152/2006) e la pericolosità ai fini del trasporto

Disposizioni particolari per la classificazione di rifiuti con composizione non esattamente conosciuta

Esempi di classificazione (Solventi esausti, fanghi, oli esausti ecc.)

Coffee break

Accordo Multilaterale M222

Deroghe a: Classificazione, Imballaggi, Segnalazione, Documentazione

Esercitazioni pratiche:

Classificazione di rifiuti pericolosi senza rischi sussidiari

Classificazione di rifiuti pericolosi con rischi sussidiari

Spazio riservato alle domande dei partecipanti

Test di valutazione apprendimento

Informazione non inserita

Date del corso

Data Ora inizio Ora fine

Documenti allegati al corso

Nessuno

Chiedi informazioni a

  Flashpoint Srl

Tel: 050/716900
Cell: non inserito
Fax: 050/716922

Via Norvegia, 56
Cascina (PI)


Invia un messaggio


Accetto le policy sulla privacy *